Regole di accesso visitatori

Regole di accesso visitatori

03 ottobre 2022

Notizia

Regole di accesso visitatori

Obbligatorio indossare mascherina chirurgica ed effettuare igiene delle mani. 
All'interno dell'ospedale gli utenti  dovranno comunque sempre attenersi strettamente alle indicazioni fornite dal personale al fine di adottare tutte le precauzioni idonee al contenimento del contagio. (allegato: Ordinanza Ministero Salute Obbligo Mascherine Strutture sanitarie fino al 31/10/2022)

La campagna vaccinale anti Sars-CoV-2 ha comportato un significativo risultato in termini di controllo della diffusione della malattia, tuttavia la circolazione di varianti e le conoscenze attuali circa la durata della copertura vaccinale rendono ancora necessario assumere comportamenti di massima precauzione. 

 

Ricordando che l'ingresso in ospedale è consentito solo a chi ne ha effettiva necessità come: 

  • utenti che devono effettuare prestazioni sanitarie o amministrative. E' consentito un accompagnatoresolo in caso di soggetti minori, donne in gravidanza anche nella fase di travaglio e nel post-partum, soggetti con condizioni cliniche o socio assistenziali particolari (es. persone disabili, barriera linguistica); 
  • visitatori, congiunti o caregiver di pazienti ricoverati con le modalità di seguito specificate; 

e previa:

  • rilevazione della temperatura presso il check point dedicato; 
  • verifica possesso della certificazione verde COVID-19 come indicato dalla normativa nazionale*, che andrà presentata al personale di vigilanza nei punti di accesso ospedalieri. 

 

Le visite ai pazienti ricoverati in aree non Covid sono regolamentate come di seguito: 

  • accesso previsto ad un solo visitatore per paziente (lo stesso per tutta la durata della degenza) al giorno (nelle camere a 4 letti possono essere presenti contemporaneamente al massimo 2 visitatori, nelle camere a 2 letti può essere presente al massimo 1 visitatore); la permanenza massima in reparto sarà di 30 minuti per ciascun visitatore. Particolari esigenze potranno essere verificate con il coordinatore infermieristico;
  • ORARI: dal lunedì alla domenica, dalle 11.30 alle 13.30 e dalle 17.30 alle 19.30
  • i visitatori dovranno sempre indossare mascherina chirurgica/FFP2 ed effettuare l’igiene delle mani e dovranno comunque sempre attenersi strettamente alle indicazioni fornite dal personale di reparto al fine di adottare tutte le precauzioni idonee al contenimento del contagio;
  • accesso vietato ai minori di 12 anni.

 

Le visite ai pazienti ricoverati in aree Covid sono di norma non ammesse, salvo in specifiche condizioni quali il fine vita e nell’area materno-infantile che verranno valutate singolarmente di volta in volta. 

 

In Pronto Soccorso la permanenza nella sala d’attesa è consentita ad un solo visitatore, familiare o caregiver munito di Green Pass (green pass rafforzato). 

 

L’accesso alle aree ambulatoriali (Poliambulatori, Punti prelievo, Radiologia e diagnostica per immagini) è consentito esclusivamente agli utenti che devono effettuare prestazioni sanitarie o amministrative. E' consentito un accompagnatore, munito di Green Pass (green pass base), solo in caso di soggetti minori, donne in gravidanza, soggetti con condizioni cliniche o socio assistenziali particolari (es. persone disabili, barriera linguistica). 

 

La Direzione Sanitaria si riserva comunque la possibilità di adottare misure precauzionali più restrittive, fino alla sospensione delle visite, in relazione allo specifico contesto epidemiologico.

 

 

*La Certificazione verde COVID-19 -EU digital COVID certificate – GREEN PASS emessa dal Ministero della Salute per agevolare la libera circolazione in sicurezza dei cittadini nell'Unione europea durante la pandemia di COVID-19 attesta una delle seguenti condizioni: 

  • green pass base: si intende la Certificazione verde COVID-19 per vaccinazione (almeno ciclo primario), guarigione, test antigenico rapido o molecolare con risultato negativo; 
  • green pass rafforzato: si intende soltanto la Certificazione verde COVID-19 per vaccinazione (almeno ciclo primario), avvenuta guarigione da COVID-19, avvenuta guarigione da COVID-19 dopo la somministrazione della prima dose di vaccino o al termine del ciclo vaccinale primario o a seguito della somministrazione della relativa dose di richiamo. Il green pass rafforzato non include, quindi, l’effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare.

​​​​L’accesso dei visitatori ai reparti di degenza delle strutture ospedaliere è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una certificazione verde COVID-19 rilasciata a seguito della somministrazione della dose di richiamo successiva al ciclo vaccinale primario.

È consentito altresì ai soggetti in possesso di una certificazione verde COVID-19, rilasciata a seguito del completamento del ciclo vaccinale primario o dell’avvenuta guarigione, unitamente ad una certificazione che attesti l’esito negativo del test antigenico rapido o molecolare, eseguito nelle 48 ore precedenti l’accesso.

(Decreto Legge 24 dicembre 2021, n. 221, coordinato con la legge di conversione 18 febbraio 2022, n. 11, recante: “Proroga dello stato di emergenza nazionale e ulteriori misure per il contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19”, art.7)

Ultimo aggiornamento: 07/10/2022