Dipartimento Epato-Gastro-Metabolico

$viaIndirizzoStruttura.getData()

Descrizione:

Direttore: prof. Massimo Zuin

 

Le malattie del fegato, delle vie biliari e del tratto gastro-intestinale hanno un impatto rilevante sulla salute pubblica e sui costi del sistema sanitario in quanto rappresentano una delle più importanti cause
di morte nella popolazione generale, e sono tra le prime cause di ricovero ospedaliero.
Ciò rende ragione della quota rilevante di prestazioni assistenziali e del consumo di farmaci che queste malattie richiedono con conseguenti implicazioni di appropriatezza clinica ed organizzativa, anche a
livello della rete dell’emergenza/urgenza. Questa area specialistica si presta in modo particolare all’applicazione di un modello integrato. Nella loro complessità gestionale, le malattie epato-biliari e del tratto gastro- intestinale comportano il ricorso a competenze internistiche pluri-specialistiche (infettivologiche, gastroenterologiche, nutrizionali, neurologiche, nefrologiche, oncologiche) e il coinvolgimento di chirurghi, endoscopisti e radiologi esperti in tecniche diagnostiche e manovre interventistiche. La necessità di un approccio individualizzato che tenga conto dello stadio di malattia e dell’esistenza di comorbilità multiple e la disponibilità di molteplici opzioni terapeutiche richiedono l’integrazione tra le figure professionali dedicate alla diagnosi e alla terapia medica e chirurgica.


All’interno dell’ASST, sono presenti in questo ambito competenze e professionalità mediche e chirurgiche di livello qualitativo elevato, sono inoltre disponibili metodiche diagnostiche, radiologiche,
endoscopiche, interventistiche e di biologia molecolare all’avanguardia. Tali risorse, articolate e integrate fra loro in un Dipartimento funzionale, consentono di offrire alla popolazione tutte le opzioni diagnostiche e terapeutiche attualmente disponibili con l’esclusione della sola Chirurgia dei Trapianti. Il primo obiettivo del Dipartimento sarà, pertanto, quello di formalizzare, nell’ambito dell’Azienda, percorsi di cura “completi” che siano in grado di offrire risposte integrate e di garantire una omogeneità di gestione clinica nell’ambito dei due Presidi Ospedalieri. Le ricadute attese sono quelle di evitare la frammentazione della gestione della cura, di favorire l’abbreviazione della durata delle degenze e di ridurre i tempi delle liste di attesa attraverso una più efficiente gestione delle risorse. Il secondo obiettivo è quello di creare un Centro Specialistico di riferimento riconoscibile e riconosciuto non solo dall’utenza e dai servizi del territorio di riferimento dell’Azienda, ma anche in ambito metropolitano.

Il Dipartimento dovrà altresì farsi carico di implementare i processi di diagnosi e cura delle malattie metaboliche. Le sindromi metaboliche, soprattutto nei Paesi ad elevata industrializzazione e con maggiore benessere socio – economico, coinvolgono fasce sempre più ampie di popolazione e le esigenze clinico assistenziali che esprimono i pazienti, impongono di dedicare molte attenzioni e risorse alle attività di prevenzione, diagnosi e cura di tali affezioni. Anche nel territorio di riferimento per l’ASST SSPC i dati indicano un’alta prevalenza delle malattie endocrino – metaboliche – nutrizionali. Altresì è documentato che una parte consistente dei pazienti ricoverati nelle diverse UU.OO. di degenza, sia di area medica sia di area chirurgica, presentano, quale comorbilità, malattie metabolico – nutrizionali. Anche le patologie legate ad errati comportamenti alimentari e scorretti stili di vita sono in significativo aumento: fondamentali sono le azioni di educazione sanitaria, le molteplici attività preventive e di promozione della salute e, altrettanto importante è l’organizzazione di centri interdisciplinari in grado di trattare adeguatamente le patologie e le loro complicanze, monitorandone i risultati nel medio - lungo periodo. La patologia tiroidea, ampiamente diffusa nella popolazione lombarda, e le altre endocrinopatie, richiedono una gestione complessa e interdisciplinare degli episodi acuti e un continuativo e integrato monitoraggio degli outcome terapeutici. Anche nei Presidi della ASST SSPC, da tempo, sono state avviate e sono in fase di consolidamento, modalità organizzative finalizzate ad affrontare in modo sempre più integrato ed interdisciplinare le situazioni di cui sopra, al fine di poter offrire ai pazienti livelli di cura e assistenza adeguati alle diverse esigenze; al dipartimento viene chiesto pertanto di favorire il potenziamento e il miglioramento dell’offerta di tali percorsi integrati, supportando direttamente la direzione aziendale nel coordinamento delle specifiche SS attivate.

Nell’ambito dei numerosi gruppi interdisciplinari che si possono implementare o che possono continuare ad operare spontaneamente all’interno del Dipartimento Epato – gastro – metabolico viene attualmente prevista la integrazione funzionale con la SS con funzione di governo dei processi e dei percorsi trasversali Liver Unit, con la SS con funzione di governo dei processi e dei percorsi trasversali Malattie infiammatorie intestinali e con la SS con funzione di governo dei processi e dei percorsi trasversali Diagnosi e cura delle patologie alcool correlate. Collabora funzionalmente con il Dipartimento di Area medica internistica per assicurare appropriati e razionali percorsi di cura a favore di pazienti cronici e di pazienti provenienti dall’area dell’emergenza urgenza.

Responsabile:

Massimo Zuin

Telefono:

Email:

Dipartimento Epato-Gastro-Metabolico

Direttore