Chirurgia Malformazioni cranio facciali - SMILE HOUSE - Ospedale San Paolo

$viaIndirizzoStruttura.getData()

Descrizione:

Direttore: Luca Autelitano

 

Descrizione attività

La Smile House di Milano, prima Smile House in Italia, nasce nel settembre del 2011, con il protocollo d’intesa sottoscritto dalla Fondazione Operation Smile Italia Onlus con l’allora Azienda Ospedaliera San Paolo di Milano, (oggi ASST Santi Paolo e Carlo) amplificando le potenzialità del Centro Regionale per le Cura delle Labiopalatoschisi già esistente dal 1996. 
Il Centro Smile House prende in cura pazienti affetti da malformazioni congenite cranio maxillo facciali e, in particolare, bambini affetti da labiopalatoschisi.  I pazienti sono seguiti dalla nascita fino a fine crescita, attraverso tutte le fasi diagnostiche e terapeutiche: 

  • ortopedia preoperatoria, se necessaria

  • tutti gli interventi chirurgici

  • terapia logopedia

  • terapia ortodontica

  • consulenza nutrizione e allattamento

  • servizio psicologico.

La schisi del labbro (labioschisi) e quella del palato (palatoschisi) sono la mancata saldatura del labbro o del palato che normalmente si fondono durante le prime settimane di gravidanza. Tali malformazioni possono essere isolate o presentarsi associate in varie combinazioni. In Italia un neonato su 700/800 presenta una forma di labiopalatoschisi. La diagnosi prenatale di labiopalatoschisi, mediante ecografia morfologica, permette ai genitori di prendere coscienza del problema e di rivolgersi ad un centro di riferimento. Le schisi isolate del palato sono diagnosticate solo alla nascita, perché non sono visibili all’ecografia prenatale.
Gli ambulatori di visita multidisciplinare della Smile House sono: lunedì e giovedì dalle 8:30 alle 13:00.Le terapie ortodontiche sono effettuate mercoledì dalle 9:00 alle 13:00, il giovedì dalle 13:00 alle 17:00 e il venerdì dalle 9:00 alle 17:00. Le terapie logopediche si svolgono lunedì e giovedì pomeriggio dalle 13:00 alle 17:00. 

 

Principali patologie e trattamenti


TRATTAMENTO CHITRURGICO
Labiopalatoschisi complete, mono e bilaterali: la riparazione è effettuata in due tempi successivi. A seconda dell’ampiezza della schisi sono applicati due protocolli diversi. Nelle forme monolaterali più ampie e in tutte le bilaterali, il bambino è sottoposto a intervento di correzione del labbro, del naso e alla chiusura del palato molle, lasciando aperto il palato duro e la gengiva. Nel secondo intervento, attorno ai 24 mesi, verrà completata la chiusura del palato e della gengiva mediante gengivoalveoloplastica. Nelle forme monolaterali con ridotta ampiezza della schisi, è possibile procedere durante il primo intervento, con la chiusura anche del palato duro; il secondo intervento di completamento consiste nell’innesto osseo a livello della schisi alveolare (gengiva) che avverrà verso gli 8-10 anni. In una ridotta percentuale di bimbi, quando l’ ampiezza della schisi a livello della gengiva è minima, è possibile chiudere tutta la schisi un solo intervento chirurgico. In un esiguo numero di bambini, su indicazione del logopedista, può essere necessario un ulteriore intervento, attorno ai 4-5 anni, per migliorare la fonazione.  Le correzioni successive del labbro, del naso, del setto nasale e di un eventuale iposviluppo del mascellare possono essere necessarie in epoca prescolare o quando il bambino avrà superato la pubertà.
Labioschisi isolate e nelle palatoschisi: in questi casi solitamente è sufficiente un solo intervento.  L’intervento di cheilorinoplastica primaria cioè la riparazione del labbro e contestuale riparazione del naso è eseguito a circa 6 mesi. La riparazione del palato viene invece eseguita tra i 10 e i 12 mesi.
TRATTAMENTO ORTODONTICO
Problemi ortopedici neonatali In alcuni neonati può essere utile  una placchetta ortopedica per impedire alla lingua di inserirsi nella schisi e facilitare l’avvicinamento delle due porzioni del palato  semplificando l’intervento chirurgico.Nei pazienti con labiopalatoschisi bilaterale completa è sempre utilizzata una placca particolare che ottimizza l’estetica del naso, senza interventi intermedi. 
Problemi ortodontici durante la crescita Il servizio di Ortodonzia, presso cui operano sei specialisti, effettua le visite durante le giornate di ambulatorio e le terapie riabilitative specifiche nei pazienti con labiopalatoschisi e altre malformazioni craniofacciali.  Le prime valutazioni sulla crescita si fanno intorno ai 5 anni di età con radiografie per monitorare lo sviluppo osseo. Spesso i bambini nati con schisi presentano una riduzione dello sviluppo del mascellare e può essere utile, in alcuni casi, intervenire con dispositivi per espandere il palato ed eventualmente trazionare il mascellare anteriormente. Il trattamento  inizia prima dei 7-8 anni solo se necessari per consentire una migliore articolazione di alcuni suoni, o per ridurre la frequenza di otiti e migliorare la respirazione. Dopo aver trattato ortopedicamente le eventuali discrepanze ossee dei mascellari, il percorso ortodontico prevede di gestire il malposizionamento degli elementi definitivi, solo nel momento in cui la crescita del paziente permetta di ottenere un risultato il più rapidamente possibile e stabile nel tempo, per ridurre al minimo il carico di trattamento. In Smile House viene eseguito un trattamento ortopedico tardivo (11-13 anni) che permette di evitare una chirurgia a fine crescita nel 70% dei pazienti con morso inverso.
I programmi di terapia sono sempre decisi in collaborazione con tutti gli specialisti

TRATTAMENTO LOGOPEDICO
Lo sviluppo del linguaggioNel servizio di logopedia operano quattro logopediste che effettuano counseling, valutazioni delle abilità fono articolatorie e quando necessario terapie riabilitative. È importante che tutti i bambini con esiti di labiopalatoschisi e palatoschisi, possano essere monitorati nello sviluppo comunicativo e linguistico durante tutto l’arco della crescita. Per restare in costante contatto con tutte le famiglie, anche quelle più lontane, è stato messo a punto un questionario standardizzato che il genitore ci invia regolarmente, dopo averlo compilato, col quale vengono osservati i comportamenti comunicativi del piccolo. Possiamo così individuare precocemente eventuali criticità per le quali verranno indicati approfondimenti adeguati. Successivamente, a partire dall’età di 3 anni e in base alle necessità individuali, sono effettuate delle visite strutturate alla presenza di due operatori per la valutazione della qualità fonatoria (qualità del suono della voce) e dell’abilità articolatoria del bambino (legate più all’atto realizzativo del suono da produrre); in queste occasioni la produzione del bambino viene registrata o filmata e analizzata da un punto di vista fono-articolatorio. Qualora si riscontrassero fatiche o difficoltà nella produzione dei suoni verbali tipiche e conseguenti al quadro di labiopalatoschisi, il piccolo paziente viene preso in carico per una terapia logopedica presso il servizio della Smile House nei giorni di lunedì e giovedì pomeriggio, mentre per coloro che vivono fuori Milano, si condividono i percorsi riabilitativi con i colleghi del territorio e, se necessario, si eseguono monitoraggi. Nei casi in cui il permanere di una difficoltà fonatoria non dipenda dall’abilità articolatoria, e quindi non sia trattabile con sedute logopediche, effettuiamo, unitamente al team multidisciplinare, (chirurghi, otorinolaringoiatri e radiologi) approfondimenti diagnostici (fibroscopia, videofluorografia) per individuare il miglior intervento correttivo adeguato ad ogni singolo paziente.
 

Telefono:

Email:

Chirurgia Malformazioni cranio facciali - SMILE HOUSE - Ospedale San Paolo

Via A. di Rudinì, 8 - 20143 Milano

Indirizzo: Via A. di Rudinì, 8 - 20143 Milano - Presidio Ospedale San Paolo, blocco B piano 9

Prenotazioni: rivolgersi sempre al Centro Unico Di Prenotazione – Cup, al piano -1° del blocco D (800.638.638).

Segreteria Smile House: è aperta dalle 9:00 alle 13:00 per chiarire i dubbi e riportare ai medici le vostre richieste. La posta viene letta ogni mattina: se avete difficoltà a contattarci, mandare una email è l’opzione migliore. Presso la Segreteria non è possibile prenotare le visite. E’ invece la sede corretta dove prenotare i colloqui prenatali e preadozione (02/ 8184 38 94, segreteriasmilehouse.hsp@asst-santipaolocarlo.it).

Segreteria del Servizio di Ortodonzia: gestisce gli appuntamenti per le terapie ortodontiche (mail: ortodonziasmilehouse@gmail.com).

Reparto di Chirurgia Maxillo Facciale: la caposala,Signora Ornella Squaratti, si occupa della gestione dell’assistenza del Reparto (tel.02/ 81 84 45 01).

Specialiste Dell’allattamento enutrizione: 339 27 05 409, 366 93 15 298, progettoallattiamo@gmail.com.

COORDINATORE CLINICO 

  •  Dr. L. Autelitano

COORDINATORE SCIENTIFICO

  •  Dr.ssa M.C. Meazzini

CHIRURGIA M. F.

  • Responsabile- Dr.  L.Autelitano
  • Dr.  M. Ferrari
  • Dr.ssa G. Rossetti
  • Dr.ssa V. Battista

ORTOGNATODONZIA

  • Responsabile- Dr.ssa M.C. Meazzini
  • Dr.ssa E. Capasso
  • Dr.ssa G. Giussani
  • Dr.ssa C. Tortora
  • Dr.ssa L. Zappia
  • Dr.ssa L. Pellegrinelli
  • Segreteria: S. Lavizzari
  • Assistente alla poltrona: S. Pace

LOGOPEDIA

  • Responsabile-Dr.ssa A. Rezzonico
  • Dr.ssa F. Aceti
  • Dr.ssa I. Fontana
  • Dr.ssa E. Todaro

CAPO SALA:
Sig.ra O. Squaratti

SEGRETERIA E FONDAZIONE OPERATIONSMILE ITALIA
Sig.ra Marta Minghi

DATA MANAGER
Sig.ra G. Perella

Per prenotare una visita è necessario essere in possesso di una ricetta del proprio pediatra o medico curante con richiesta di VISITA MAXILLO FACCIALE, SMILE HOUSE, dove è indicato anche il quesito diagnostico, cioè il motivo della vista, senza specificare se la visita sia logopedica, ortodontica o chirurgica. Una volta in possesso della richiesta è possibile prenotare la visita, telefonando al CUP (Centro Unico di Prenotazione Tel: 800.638638). Bisogna specificare che i giorni di vista sono il lunedì e il giovedì mattina.  Alla prima visita i pazienti sono valutati dal team multidisciplinare. Consigliamo di portare tutta la documentazione medica che li riguarda.Le richieste di vista sono molto numerose quindi è meglio prenotare i controlli con qualche mese di anticipo, soprattutto in prossimità delle festività e delle vacanze estive, per avere l’appuntamento nel periodo desiderato. Quando i medici della Smile House consegnano una ricetta per un controllo con un intervallo di tempo definito, al termine della visita è importante recarsi immediatamente presso il CUP dell’Ospedale, che si trova al piano -1 del blocco D per prenotare il controllo.