CHIRURGIA VASCOLARE - Ospedale San Carlo

Descrizione:

Descrizione attività

la Struttura Complessa di Chirurgia Vascolare fornisce assistenza e trattamento dei pazienti affetti da patologie coinvolgenti i distretti arteriosi e venosi, garantendo tutte le prestazioni che richiedono il trattamento chirurgico vascolare, sia con approccio chirurgico tradizionale, sia con metodica endovascolare, che ibrido (chirurgia aperta ed endovascolare nella stessa seduta).

I medici dell’unità operativa garantiscono consulenze specialistiche sia per pazienti ricoverati che per i pazienti che si presentano in pronto soccorso e che presentano problematiche di interesse angiochirurgico, sia nelle ore diurne, che durante la notte con servizio di reperibilità.

Il servizio di reperibilità copre i due presidi (San Carlo e San Paolo) con una equipe che si sposta ad operare in uno dei due presidi in caso di necessità.

Sono garantite le prestazioni urgenti e programmate in regime di ricovero ordinario, di MAC , BCA e ambulatoriale.

In particolare vengono trattate le principali patologie dei tronchi sovraortici (stenosi o dilatazione carotidea, tumori glomici, stenosi o dilatazione dell’arteria succlavia), dell’aorta toracica ed addominale (aneurismi, pseudoaneurismi, dissecazioni, ulcere aortiche, stenosi aortiche), dei vasi viscerali (stenosi, occlusioni, aneurismi, dissecazioni), delle arterie degli arti inferiori (arteriopatia obliterante cronica periferica, stenosi, occlusioni,

aneurismi), complicanze arteriose periferiche della malattia diabetica (arteriopatia e piede diabetico).

Inoltre è garantito il confezionamento di accessi vascolari (fistole artero-venose, con vasi nativi e protesici) per pazienti necessitanti il trattamento emodialitico.

Iltrattamento chirurgico dell’insufficienza venosa superficiale degli arti inferiori è eseguito mediante le differenti tecniche chirurgiche che meglio si adattano al caso: il classico stripping della vena, la termoablazione con radiofrequenza, la occlusione con tecnica meccanico-chimica (MOCA), varicectomie con uncini con tecnica di Muller, legatura delle perforanti per via sottofasciale endoscopica (SEPS).

 

La SC di chirurgia vascolare ha perfezionato,negli ultimi 15 anni la metodica di trattamento endovascolare, con corsi specifici e stage dei medici in ospedali Italiani e stranieri (USA, Svizzera).

Questo ha permesso di trattare gli aneurismi con impianto di endoprotesi (aorta toracica, addominale, toracoaddominale, arterie iliache ed arterie poplitee) con ottimi risultati in particolare in pazienti anziani o con gravi patologie associate ai quali, prima, era precluso il trattamento chirurgico tradizionale per gli alti rischi operatori. Attualmente almeno il 50-60 % di pazienti viene trattato con tecnica endovascolare.

 

Sono erogati i più aggiornati trattamenti di supporto ed integrazione delle patologie sopradescritte e delle loro complicanze locali, che non richiedono un ricovero ospedaliero (terapia a pressione negativa, medicazioni semplici e complesse, somministrazione di farmaci ad uso ospedaliero).

In particolare l’ambulatorio di Vulnologia si occupa del trattamento delle lesioni trofiche degli arti inferiori su base vasculopatica (diabete, insufficienza venosa

cronica, vasculiti autoimmuni etc).

Un’articolata attività ambulatoriale inoltre garantisce un approccio completo all’inquadramento clinico del paziente, al monitoraggio della sua patologia, all’eventuale scelta del trattamento, al follow-up successivo e alla gestione delle sue complicanze distrettuali. Tutti i medici dell’Unità Operativa sono coinvolti nelle visite ambulatoriali (prima visita, visite di controllo) e nella diagnostica strumentale (Ecocolordoppler).

Il Ricovero

Il reparto di degenza accoglie i pazienti ricoverati nei 14 posti letto, sia in regime di elezione che in regime di urgenza.

Il ricovero urgente è coordinato dal medico di Pronto Soccorso, su indicazione del consulente chirurgo vascolare.

Il ricovero programmato è indicato dallo specialista chirurgo vascolare in seguito a visita ambulatoriale e successivo espletamento del prericovero.

L’accesso al ricovero avviene secondo l’ordine di prenotazione, salvo i casi di aggravamento delle condizioni cliniche che ne richiedano un ragionevole anticipo. Il giorno del ricovero è comunicato telefonicamente dal coordinatore infermieristico.

Previo accordo, il ricovero può avvenire anche in seguito di trasferimento da altra struttura o da altro reparto dell’ospedale.

Principali patologie e trattamenti

Le principali patologie trattate sono:

      Patologie arteriose

  • Patologia dell’aorta addominale e toracica (aneurismi, steno-ostruzioni, dissecazioni) –

  • Arteriopatie obliteranti degli arti inferiori: steno-ostruzioni aterosclerotiche e malattia vascolare diabetica –

  • Malattia stenosante della carotide extracranica e tumori del glomo carotideo

  • Malattia steno-ostruttiva dei vasi viscerali e delle arterie renali

  • Sindrome dello stretto toracico

    Patologie venose

  • Malattia varicosa degli arti inferiori

  • Malattia dei vasi venosi profondi (aneurismi venosi )

    Accessi vascolari per emodialisi

  • Confezionamento di fistole artero-venose su vasi nativi e/o con protesi e posizionamento di cateteri venosi centrali per emodialisi.

Responsabile:

dr. Raffaello Dallatana

CHIRURGIA VASCOLARE - Ospedale San Carlo

Indirizzo

Ospedale San Carlo - Via Pio II, 3 - Milano - blocco A - piano 7

Note:

Segreteria: tel. 02/40222781 Mail: segreteria.chirvascolare.hsc@asst-santipaolocarlo.it

Reparto. tel. 02/40222358  Fax: 0240222786

 

Note:

h 9.00-11.30: giro visita

h 12.00 pranzo

h 18.00: cena

Note:

Lunedi-Venerdì: 11:30-12:30 e dalle 17:00-18:00

Sabato-Domenica: 11:30-12:30 e dalle 17:00-18:00

Note:

Tutti i giorni dalle ore 12 alle 13

Altri orari previa accordi con la segreteria

Coordinatore Infermieristico:

Gianluca Zappa

 

Staff medico:

Dott. Raffaello Dallatana (Direttore)

Dott. Michele Carmo

Dott. Sergio Roveri

Dott. Davide Santuari

Dott. Luca Tassinari